Val Bavona

La valle più ripida e sassosa dell'arco alpino, così è stata definita la Val Bavona. Di origine glaciale è una valle stretta, con i versanti rocciosi che si drizzano in verticale per centinaia di metri: pareti nude e minacciose, ma allo stesso tempo estremamente affascinanti.

Foroglio e la cascata

Cento metri di fragorosa caduta tra spuma e spruzzi iridescenti. Questo è quanto si può ammirare a Foroglio, uno dei villaggi più suggestivi della Val Bavona, la cui cascata ha attirato nel tempo migliaia di visitatori e il cui fascino continua a far sognare chi vi si avventura.

Le terre della Bavona

Dirupi altissimi e frane colossali sono le caratteristiche dominanti della Val Bavona, che si apre a nord-ovest tra Bignasco e Cavergno come un profondo solco nella catena alpina. Una valle in cui i segni indelebili dell'ultima glaciazione sono ben evidenti.

S. Carlo e il nucleo abbandonato "Prèsa"

È raro potersi immergere in un paesaggio caratterizzato da tracce di storia antica, completamente privo di segni di modernità. Lo splendido nucleo della Presa offre agli occhi e al cuore di chi lo visita la possibilità di un vero tuffo nel passato.

Cavergno e lo "Sciulél dal Strii"

A volte sinistri rumori generati dal vorticare del vento si odono tra i massi di "Gramosèd", luogo magico in cui secondo i racconti le streghe si riunivano per i sabba.